Design e geologia: il tavolo kauri Riva 1920

Design e geologia: il tavolo kauri Riva 1920

Design e geologia: il tavolo kauri Riva 1920 admin

Le foreste preistoriche sulle quali crescevano gli alberi di kauri hanno conservato sotto il fango paludoso i grandi tronchi che, grazie ad un processo naturale di conservazione, sono giunti sino a noi dopo decine di migliaia di anni.

I giacimenti neozelandesi di kauri consentono così di estrarre grossi tronchi preistorici (datati dall’esame al Carbonio 14 tra 15.000 e 45.000 anni fa) perfettamente conservati e dove la mancanza di ossigeno e i principi del fango paludoso, hanno trasformato la resina presente nel legno in ambra.

Con una materia prima di tale preziosità, una delle aziende più importanti nella lavorazione del legno in Italia, ha realizzato uno degli oggetti d’arredamento più incredibili; il tavolo Riva 1920.

L’azienda originaria di Cantù, ormai prossima al secolo di attività, è specializzata nelle lavorazioni in legno (noce, rovere), materia prima verso la quale è sempre rimasta fedele, affinando le proprie tecniche di lavorazione e di trattamento del legno tale da ottenere superfici di grande fascino che si perfettamente nel design moderno e contemporaneo.

Il tavolo in kauri di Riva 1920 ne è un’esempio eloquente, con un disegno che mantiene la naturalezza della forma in un disegno che li rende oggetti unici; tavoli che possono arrivare sino ai 12 metri di lunghezza sfruttando la possibilità di lavorare su blocchi unici di dimensioni importanti, sino a caratterizzare profondamente lo spazio con il proprio inconfondibile carattere.