Il fascino minimalista: quando l’arredamento incontra il marmo

Il fascino minimalista: quando l’arredamento incontra il marmo

Il fascino minimalista: quando l’arredamento incontra il marmo admin

Non solo rivestimenti di alto profilo, ma anche ripiani, top, accessori per i servizi e inserimenti nell’arredamento; il marmo è un materiale che si dimostra sempre più presente nell’ambiente domestico contemporaneo.

Il marmo è uno dei materiali più antichi con il quale l’uomo ha sin da subito instaurato un rapporto di grande rispetto e devozione; già prima dei Greci i blocchi pantelici venivano utilizzati in architettura per dare valore e sacralità alle costruzioni; generalmente templi o sepolcri.

L’eterogeneità di questo materiale si è sempre imposta sulle superfici marmoree come un elemento mistico, interpretato spesso come una porta verso l’aldilà; l’austera estetica classica ha poi fatto il resto per associare a questo materiale un aspetto “freddo” e asettico.

Sono stati tuttavia proprio questi gli elementi che hanno permesso al marmo di farsi strada, negli ultimi vent’anni, nel design d’interni della casa contemporanea dove il recupero dei materiali naturali e la razionalità di linee e decorazioni si sposa perfettamente nel marmo.

Oggi il marmo non viene utilizzato soltanto come raffinato rivestimento ma anche come materiale prediletto per dare consistenza e “spessore” (in tutti i sensi) all’arredo d’interni; top della cucina, vasche, lavandini ,sono spesso gli unici protagonisti delle cucine contemporanee fungendo da arredatori degli ambienti grazie alla lavorazione ed al pregevole materiale di cui sono fatti.

Sono oltre un centinaio le tipologie di marmo presenti abitualmente sul mercato edile, con variazioni di prezzo notevoli; discorso diverso per il marmo lavorato dal settore dell’arredamento dove le tipologie abituali si riducono ad un terzo in quanto vengono scelte soltanto le pietra più pregiate, in grado di dare un reale valore aggiunto alle superfici domestiche.