Ecobranding: il design al servizio della sostenibilità

Ecobranding: il design al servizio della sostenibilità

Ecobranding: il design al servizio della sostenibilità admin

Il rispetto dell’ambiente è ormai da anni uno dei punti cardini per lo stesso design. Uno studio grafico americano lo propone adesso anche nella riproduzione del logo.

Si chiama proprio Ecobranding la compagnia che ha studiato lì incidenza dell’impatto sull’ambiente nella riproduzione del logo su tutti i supporti; un’incidenza che per i marchi di maggior diffusione può raggiungere parecchie decine di migliaia di riproduzioni al giorno.

Il principale esempio che lo studio americano propone è quello del logo di una nota catena di fast food americani; ridisegnandone il caratteristico logo, il risparmio di inchiostro può arrivare sino al 35%.

Un risparmio notevole, che difatti si traduce anche in un minore impatto ambientale, dato il ridotto utilizzo di materiale e, di conseguenza, una migliore sostenibilità del prodotto.

Ma soprattutto, quello che si cela dietro questa operazione pubblicitaria, è il risparmio economico; un logo infatti viene riprodotto su qualsiasi supporto volto alla diffusione del brand, dalla cartellonistica alle etichette, alle riviste e così via. Il brand design si occupa proprio di trovare le soluzioni migliori (formato, tinta, font) per poter essere veicolato su diversi supporti e su diversi media.

Riuscire a trovare una voce di bilancio ancora in grado di creare una riduzione dei costi, nei moderni processi produttivi, appare sempre più complicato e allora lo studio di Ecobranding si presenta immediatamente come un elemento prezioso, per i grandi marchi, per riuscire a limare ancora qualcosa dai propri bilanci.