Mario Bellini

Mario Bellini

Mario Bellini 1920 1080 admin

Dietro ogni progetto di Mario Bellini c’è un’idea, nelle sue creazioni, che si tratti di una sedia o di un museo, la forma si identifica sempre con un concetto forte di fondo. Nei suoi arredi, negli oggetti, nelle architetture, l’intuizione viene raccontata e spiegata attraverso il disegno, che non è mai un esercizio estetico fine a se stesso, ma la chiave per svelare un’intuizione.

Premiato otto volte con il Compasso d’Oro e insignito dei più prestigiosi riconoscimenti internazionali, è presente con 25 opere nella collezione permanente del Museum of Modern Art di New York che nel 1987 gli ha dedicato una retrospettiva personale. Tra le sue opere ricordiamo, oltre a una serie memorabile di macchine per Olivetti, gli arredi per B&B e Cassina (come la famosa sedia Cab) e le innovative sedie per ufficio disegnate per Vitra.

Dagli anni ’80 lavora con crescente successo nel campo dell’architettura in Europa, Giappone, Stati Uniti, Australia, Emirati Arabi. Dal 1986 al 1991 è direttore di Domus, prestigiosa rivista mensile internazionale di architettura, design, arte.

Nel 1987, in continuità con lo studio professionale aperto negli anni ’60, fonda la MARIO BELLINI ASSOCIATI SRL di cui è presidente. I servizi professionali offerti da MBA vanno dal masterplanning, all’architettura, alla progettazione di allestimenti per mostre e musei.

Nel 1997 trasferisce product and furniture design all’Atelier Bellini, società fondata con il figlio Claudio.

Ecco una sua famosa intervista: